ottobre 4, 2018

Un trasporto delle merci su gomma a impatto zero

Oggi, il trasporto su strada rimane il mezzo migliore per consegnare merci su breve e media distanza in termini di costi, di efficienza e di impatto ambientale: a parità di richiesta di spedizione, gli automezzi su gomma risultano meno inquinanti di aerei, treni merci e navi. A partire da quest’anno è iniziata una sperimentazione per ridurre ulteriormente le emissioni di CO2 dei mezzi adibiti alla consegna merci: vediamo di cosa si tratta.

L’idea rivoluzionaria, proposta a Brescia nel corso dell’incontro “Il trasporto elettrico delle merci su strada” in occasione dell’European Truck Festival, è quella di dedicare una corsia elettrificata in autostrada, per il transito di mezzi pesanti per il trasporto merci appositamente adibiti per funzionare a elettricità.

Questo progetto, chiamato ‘autostrada elettrificata’, è già in sperimentazione negli Stati Uniti (in California per essere precisi), in Svezia, in Germania e ora in Italia: prima candidata per questa iniziativa è l’A35 Brebemi (che collega direttamente Milano e Brescia) su cui interverranno Concessioni Autostradali Lombarde (CAL) assieme a società terze per l’elettrificazione e la progettazione dei veicoli compatibili con i sistemi elettrici; il tutto verrà supervisionato dai Ministeri dei Trasporti e dell’Ambiente.

Lo scopo che si intende raggiungere è quello di aprire le porte a un’era di trasporto delle merci su gomma a impatto zero, ma la strada è ancora lunga. Si inizierà infatti con un primo momento di prova, uno studio pilota che vedrà l’elettrificazione di un tratto limitato dell’A35 (per la precisione 6 chilometri tra Calcio e Romano di Lombardia) in modo da poter mettere a regime il sistema, capendo le sue effettive esigenze ed effettuando le relative tarature: sarà infatti fondamentale capire l’efficienza di questo progetto e la sua sostenibilità economica prima di estenderlo a tutti i 62 chilometri dell’autostrada, con una linea elettrica sospesa a 5,5 metri d’altezza.

trasporto su gomma
 

Per raggiungere l’obiettivo dell’abbattimento di emissioni, il progetto di elettrificazione prevede l’installazione di pannelli fotovoltaici in parallelo alla carreggiata, sfruttando appieno la superficie a propria disposizione lungo tutta l’A35: si crea così un circolo virtuoso, che sfrutta energia da fonte rinnovabile per alimentare i mezzi per il trasporto merci che transitano sull’autostrada stessa.

I mezzi avranno tre modalità d’alimentazione: lungo l’autostrada potranno interagire con le linee elettriche sospese; usciti dalla Brebemi, potranno utilizzare la loro batteria elettrica oppure il motore a combustione.

Sulla base dei risultati di questo ambizioso progetto, potrebbe cambiare radicalmente il mondo dei trasporti su gomma, offrendo una soluzione efficiente ed ecosostenibile per le spedizioni su breve e media distanza; con la speranza di una sempre maggiore estensione di autostrade elettrificate, sia in Italia che nel resto dell’Europa (la Germania ne vuole costruire tre da qui al 2020), per creare una rete della spedizione merci a impatto zero, osserviamo gli sviluppi di quest’iniziativa da qui ai prossimi anni.

Oggi, invece, potete contare sull’efficienza e sulla puntualità della flotta di Rota Trasporti: contattaci per maggiori informazioni sul trasporto merci, con formule e servizi su misura.

News Trasporti