marzo 29, 2018

Spedizioni nazionali e internazionali: cosa significa fare entrambe

Nel 2015, l’Europa ha visto quasi il 75% dei suoi trasporti con l’utilizzo di automezzi, stando all’Associazione Nazionale Filiera Industrie Automobilistiche: pur con la presenza di aerei, navi e ferrovie, il trasporto di merci su gomma rimane una scelta vincente ancora oggi.

Ma cosa significa per un’azienda di trasporti gestire in parallelo sia consegne a livello nazionale che trasporti a livello internazionale?

Non si tratta banalmente di estendere il proprio raggio di azione e di allungare la strada per superare i propri confini geografici, bisogna affrontare un gran numero di sfide da gestire in maniera impeccabile in termini di logistica per garantire sempre e comunque puntualità e precisione nella consegna delle merci a destinazione.

Solo un’azienda con una lunga esperienza nel settore può farcela in questa impresa: Autotrasporti Rota può contare su una professionalità maturata in quasi 70 anni, che ha permesso di accumulare il know how per gestire con flessibilità e competenza sia trasporti nazionali che trasporti internazionali, sempre rispettando ogni esigenza e richiesta del cliente.

Nello specifico, fare il salto dall’Italia all’Europa – con riferimento particolare ad Austria, Francia, Germania, Belgio, Regno Unito, Spagna, Ungheria e Repubblica Ceca – significa far fronte sia alla gestione di una flotta con mezzi che non sono disponibili per periodi di tempo più lunghi ed a tutta la burocrazia legata al passaggio di merci attraverso uno o più confini tra Paesi diversi.

Il primo punto si può affrontare grazie ad una pianificazione logistica attenta ed accurata, che sfrutta al meglio la flotta e tiene traccia di ogni suo mezzo: la flotta di Rota Trasporti può contare su autotreni, bilici, furgoni, motrici e autocarri speciali che vengono monitorati con sistemi GPS in modo da poterne seguire gli spostamenti, pianificare le tempistiche e monitorare le condizioni, in modo da avere costantemente aggiornamenti in tempo reale sullo status delle consegne e dei relativi mezzi di trasporto, così da avere un quadro preciso della situazione e, di conseguenza, avere una pianificazione che può essere adattata in ogni istante.

Per quanto riguarda l’aspetto burocratico del trasporto internazionale, bisogna tenersi sempre aggiornati su quali documenti sono chiesti all’ingresso di ogni Paese: ad oggi servono i documenti di accompagnamento delle merci definiti dalle leggi vigenti, quali DDT (Documenti di Trasporto) e i CMR (Convention des Marchandises par Route, convenzione internazionale per il trasporto su strada), a cui si aggiungono eventuali certificati addizionali per specifiche tipologie di merci.

Inoltre effettuare un trasporto in un altro Paese significa anche viaggiare su strade con regole e condizioni diverse, a cui gli autisti devono far fronte con flessibilità mentale e competenza: gli autisti Rota Trasporti sono di 3° Livello SUPER, con alle spalle un’esperienza su strada di molti anni e un costante processo di aggiornamento e perfezionamento, supportati alla guida da un’attenta pianificazione logistica e dai più adatti mezzi tecnologici.

Che si tratti dell’Italia o di un’altra nazione Europea, Rota Trasporti mette in strada la propria professionalità maturata fin dal 1950, assicurando sempre puntualità e sicurezza: se ti serve una spedizione nazionale o internazionale, contattaci.

News Trasporti